CORSI PRINCIPALI

CANTO Silvia Piccollo    (25 - 30 agosto)
Il corso si rivolge si rivolge a solisti o ensembles vocali sia principianti che a livello avanzato. Saranno approfonditi aspetti delle tecniche vocali e della prassi esecutiva con particolare riferimento ai secoli XVI, XVII, XVIII, con programma basato sul repertorio presentato dagli allievi. Verrà dedicata particolare attenzione allo stile recitativo, anche attraverso il coordinamento col Laboratorio di Arte Scenica per cantanti.
ore di lavoro 14

VIOLINO BAROCCO  Fabrizio Cipriani
Il corso si indirizza ad allievi con una conoscenza preventiva del violino comparabile almeno al sesto anno di Conservatorio.
L'uso di corde in budello e arco antico non é obbligatorio, ma comunque auspicabile, e ci sarà possibilità comunque sul posto di provare questi mezzi di espressione peculiari.
Il lavoro si baserà sulle opere proposte dagli allievi, con particolare attenzione per D.Castello, G.B.Fontana, A.Corelli, A.Vivaldi, F.M.Veracini, G.Tartini, J.S.Bach, fino alle radici del classicismo, con W.A.Mozart e F.J.Haydn.
Partendo dall'analisi di queste opere, e in costante riferimento alla trattatistica, si metteranno in evidenza gli aspetti principali dell'espressione violistica preromantica e della sua evoluzione dal primo Seicento in poi : prosodia dell'arco, diteggiatura, vibrato, dinamica non scritta, ornamentazione ecc…
ore di lavoro 14

FLAUTO DOLCE    Livia Caffagni
Il corso si propone di approfondire alcuni temi fondamentali nell'interpretazione del repertorio Rinascimentale e Barocco, in modo particolare: corretta interpretazione della notazione originale, analisi contrappuntistico-modale dei brani, teoria e tecnica dell' articolazione, pratica della diminuzione e ornamentazione. Sono previste lezioni individuali anche su repertorio proposto dall'allievo, e lezioni di musica d'insieme per consort di flauti e per flauto/i e basso continuo
ore di lavoro 10

VIOLA DA GAMBA E LIRONE   Maurizio Less
Saranno affrontati, mediante l’uso di materiale didattico storico e i trattati specifici riguardanti gli strumenti, le problematiche relative alla tecnica ed alla prassi esecutiva.
Nel dettaglio, il programma del corso verrà concordato singolarmente con gli allievi a seconda degli interessi e del livello di preparazione.
I bicinia e la letteratura strumentale specifica del Cinquecento: Ganassi, Ortiz; la Canzone e le variazioni secentesche; la letteratura solistica per viola da gamba nel Settecento.
La viola come strumento di continuo.
Storia, tecnica e problematiche del lirone: come accompagnare un madrigale e realizzare un basso continuo.
ore di lavoro 14

BASSO CONTINUO AL LIUTO, CHITARRA BAROCCA E TIORBA Ugo Nastrucci    (23 - 26 agosto)
Il basso continuo e la sua realizzazione sul liuto e gli strumenti affini.
Il corso si articola in una parte teorica ed in una parte pratica. Le lezioni teoriche, collettive, occuperanno due ore di ogni mattina, mentre nel resto della giornata verranno organizzate le lezioni individuali, di durata ed orari da stabilirsi in base al numero ed al grado di avanzamento degli allievi (sono previsti anche uditori).
Finalità del corso è portare alla realizzazione estemporanea del basso continuo tramite una serie di esercizi graduali, prendendo le mosse da semplici successioni armoniche, per affrontare in seguito le più complesse numeriche, fino a brevi forme di composizione improvvisata.
Si prende inoltre in considerazione il problema delle varie epoche e stili, nonché della scelta degli strumenti più adatti al contesto.
ore di lavoro 10